Coordinamento: Prof. ssa Maria Elena De Maestri con il supporto della Prof.ssa Laura Carpaneto e del Prof. Giovanni D'Alauro

L'Area Sociale è organizzata in due incontri settimanali di due ore ciascuno da novembre 2019 a maggio 2020 per complessivi 50 incontri.

Orario e luogo delle lezioni 2019/2020
Giovedì e venerdì dalle 16 alle 18 - luogo in via di definizione

Inizio lezioni 2019/2020
Giovedì 21 novembre 2019

Programma delle attività didattiche a.a. 2019/2020

L’innovazione tecnologica nella società civile: vantaggi, problemi e prospettive di tutela giuridica e sociale

 

Leonardo da Vinci, uomo, artista, scienziato che incarnò lo spirito del Rinascimento attraverso la spinta esplorativa che gli permise di introdurre grandi innovazioni in tutte le discipline della sua epoca.

 

In un momento storico come quello attuale, in cui le problematiche sociali e ambientali sono sempre più complesse, non si può trascurare il ruolo rivestito dall'innovazione nella nostra economia e nella nostra società. Essa va a vantaggio dei cittadini, sia in quanto consumatori che in quanto lavoratori. È fondamentale per creare posti di lavoro migliori, costruire una società più verde e migliorare la qualità della nostra vita, ma anche per salvaguardare la competitività dell'Unione europea sul mercato mondiale. La politica dell'innovazione rappresenta l'anello di collegamento tra la politica in materia di ricerca e sviluppo tecnologico e la politica industriale e il suo obiettivo è creare un contesto favorevole affinché le idee possano approdare sul mercato e portare allo sviluppo della società umana. Nell’ambito di questo quadro generale di forti spinte innovatrici, la regolamentazione assume il ruolo fondamentale di dettarne i limiti e, contestualmente, promuoverne lo sviluppo, cercando il punto di equilibrio fra uomo e macchina.

 

Così, settori quali l’industria, i trasporti e le attività spaziali si trovano oggi a subire profonde e radicali innovazioni che comportano, necessariamente, una riflessione sugli obiettivi dell’innovazione, sull’adeguatezza del quadro giuridico esistente e sulla sostenibilità delle scelte politiche in materia. Il Corso proposto per quest'anno accademico si ripropone di esaminare il tema dell'innovazione attraverso le diverse lenti che animano la scuola di scienze sociali: quella economica, quella politica e quella giuridica, evidenziandone potenzialità e limiti con riferimento ai settori in cui l'impatto sociale dell'innovazione viene maggiormente percepito.

 

 

L’esigenza di approfondire le tematiche relative all’innovazione e le nuove tecnologie è ben rappresentata dalle parole del politologo indiano Parag Khanna con cui, nel 2013, descriveva l’epoca contemporanea: “la tecnologia è diventata pervasiva come l’aria che respiriamo”.

 

Ad oggi, alla soglia del 2020, l’avanzamento tecnologico non accenna a fermarsi e continua ad accelerare, portando con sé evidenti conseguenze sociali, tra cui il cambiamento delle modalità di lavoro, di studio e di abitudini. Quello di oggi è, infatti, un mondo altamente digitale e tecnologico, in cui l’informatica e la tecnologia delle comunicazioni (internet) rivestono un ruolo da protagoniste. Ma non solo: l’innovazione scientifica si muove su binari che coinvolgono una parte sempre più grande della società, perché una parte sempre più grande di essa ha accesso a queste nuove tecnologie. La scienza non è una realtà a compartimenti stagni: la multidisciplinarietà è una sua caratteristica tipica, capace di spiegare come innovazioni, ad esempio, in campo militare possano avere pesanti ripercussioni anche in campo medico, politico, culturale, ecc. 

 

Il rapporto tra innovazione e nuove tecnologie e società è un rapporto certamente ambivalente perché, se da un lato queste rappresentano un’importante opportunità per i cittadini del mondo contemporaneo, grazie alle facilitazioni nell’accesso a beni e servizi, dall’altra si assiste sempre più alla creazione di un nuovo spazio sociale in cui l’elemento umano viene spesso superato da quello tecnologico. Questa caratteristica, tipica della contemporaneità, dà vita a nuove sfide, a cui le scienze sociali sono chiamate a trovare delle risposte sempre più soddisfacenti e nel più breve tempo possibile, al fine di offrire al mercato e alla società nel suo insieme figure professionali in grado di mediare nel miglior modo possibile le due componenti.

 

Il programma UniTe dell’Area Sociale per l’a.a. 2019/2020, muovendo proprio da queste premesse, si pone l’obiettivo di individuare e approfondire le principali tematiche riguardanti l’innovazione e le nuove tecnologie e il loro rapporto con la società, attraverso un approccio multidisciplinare che coinvolge le tre “anime” della Scuola di Scienze Sociali dell’Università di Genova: Economia, Giurisprudenza e Scienze Politiche.

 

Le lezioni, che avranno luogo tutti i giovedì e i venerdì a partire dal mese di novembre 2019 e fino a maggio 2020, avranno una durata di due ore, durante le quali docenti dell’UniGe ed esperti di settore approfondiranno le tematiche di loro competenza, quali ad esempio:

 

AREA SOCIALE – GIURISPRUDENZA

Le lezioni dell’area giuridica approfondiranno le tematiche riguardanti l’innovazione tecnologica dal punto di vista della legislazione europea e nazionale, prevedendo, fra l’altro, focus specifici sulla sicurezza dai pericoli della rete (cyber sicurezza, tutela della privacy e truffe on line), sull’impatto delle nuove tecnologie nella medicina e sui trasporti, le infrastrutture e la logistica del terzo millennio (driverless cars, trasporto ferroviario, contratti) e le attività spaziali.

 

AREA SOCIALE – SCIENZE POLITICHE

Le lezioni dell’area di Scienze Politiche saranno caratterizzate da uno sguardo più ampio sulle conseguenze dell’innovazione tecnologica all’interno della società e i suoi elementi, attraverso lo studio di fenomeni di portata globale come, ad esempio, i cambiamenti climatici (geo-ingegneria), il cibo e l’alimentazione e le nuove tecnologie procreative.

 

AREA SOCIALE – ECONOMIA

Le lezioni affronteranno il tema delle nuove tecnologie e le loro dirette conseguenze sui sistemi produttivi, valutandone i vantaggi e gli svantaggi da un’ottica prettamente economica. Non mancheranno anche in questo caso approfondimenti riguardo a punti salienti della società contemporanea. 

Calendari 2018/2019

Materiale didattico 2018/2019

Archivio calendari 2017/2018

Archivio calendari 2016/2017